Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

30/04/2016

Festival internazionale delle AbiltÓ differenti, CDD Barabino in finale

Lo spettacolo "Sapiens: gustare la vita" andrÓ in scena martedý 3 maggio durante la finale della manifestazione teatrale, in programma a Correggio (Reggio Emilia).

Festival Internazionale delle Abilità differenti “Differenti perchè unici” è una manifestazione che dal 1999 viene organizzata dalla Cooperativa Sociale Nazareno. Quest'anno, il CDD (Centro diurno disabili) Barabino del Comune di Milano si è classificato tra i cinque finalisti della manifestazione con lo spettacolo “Sapiens: gustare le vita”.
Nell'ambito del Festival internazionale delle Abilità differenti, martedì 3 maggio, presso il teatro Asioli di Correggio, si svolgerà il concorso “Open Festival dedicato alle compagnie integrate emergenti nell'ambito di danza e teatro durante il quale le compagnie integrate finaliste di ciascuna disciplina si confronteranno davanti a una giuria di esperti. Le compagnie candidate provengono da tutt’Italia.


Da circa dieci anni, un gruppo di 18 ospiti del CDD Barabino con gravi disabilità cognitive e motorie, insieme a sei operatori del Centro, partecipano a un laboratorio di danza espressiva. Una educatrice del Centro, ex danzatrice e danzaterapista, coadiuvata da altri cinque operatori del CDD (educatori e esecutori socio-assistenziali) si ritrovano due volte alla settimana per lo svolgimento di tale attività che ogni anno si conclude con uno spettacolo finale.

Il gruppo del CDD Barabino ha partecipato alla rassegna Teatrale dei CDD del Comune di Milano che si è svolta nel mese di ottobre 2015 presso il Teatro “Sala Fontana” con lo spettacolo “Sapiens: Gustare la Vita”. Tema dello spettacolo è il nutrimento sia in quanto delizia e meraviglia dei sapori, profumi e colori, sia in quanto arricchimento esperenziale-relazionale che apporta alla nostra vita forti emozioni, rendendoci consapevoli del significato della nostra esistenza.


Importante è il continuo riferimento alla bellezza e magia della vita e al suo mistero di perpetua rigenerazione. Trama dello spettacolo è un canovaccio di miti, realtà, e trasfigurazioni che narrano il rapporto tra l'uomo, i suoi simili e il cibo.Danza/teatro, arte come possibilità per ogni persone di esprimere il proprio vissuto, di raccontarsi e raccontare, di ricevere e donare ricchezza.

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilitÓ

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign