Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

01/02/2016

Insieme si pu˛!

Disturbi specifici dell'apprendimento e disturbo da deficit di attenzione saranno al centro dell'incontro organizzato per sabato 6 febbraio all'UniversitÓ Cattolica di Milano.

Uno degli aspetti cruciali del lavoro educativo delle scuole è quello dell’inclusione degli alunni con bisogni educativi speciali, fra i quali figurano bambini e ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento (tra i più diffusi, la dislessia) e disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD). Non sempre, però, le famiglie dispongono di tutte le informazioni necessarie a trovare supporto e ascolto da parte della scuola. Mentre la scuola – da parte sua – ha bisogno di strumenti, risorse e formazione adeguate per poter mettere in atto una didattica veramente inclusiva.

Di questi temi si parlerà sabato 6 febbraio nel corso dell'incontro “Insieme si può!”, promosso dal Comune di Milano in collaborazione con Associazione italiana dislessia, Aifa Onlus e Ledha Milano nell'ambito del progetto “Dire, fare, educare. Un percorso per Milano città educativa”. L'appuntamento è per sabato 6 febbraio all'Università Cattolica del Sacro Cuore (Largo Gemelli 1 – aula Pio XI).

“Abbiamo dato volentieri il nostro supporto a questa iniziativa, anche se non si tratta del nostro campo specifico – spiega piega Elena Maria Faglia del coordinamento LedhaScuola -. Questi non sono ragazzi con disabilità. Crediamo però che la nostra presenza possa essere utile per dare maggiore visibilità a iniziative di formazione per gli operatori. E per dare supporto alle famiglie”.  ADHD e dislessia – infatti – non hanno nulla a che fare con la disabiltà. Tuttavia, se si tratta di forme particolarmente gravi, possono creare serie difficoltà nella vita scolastica e nella vita sociale dei ragazzi. “Per questo è importante intervenire al più presto nelle scuole per affrontare e risolvere questi problemi – aggiunge Elena Faglia -. Gli insegnanti, inoltre, devono essere adeguatamente formati per individuare queste situazioni e per affrontarle”.

Il progetto “Dire, Fare, Educare. Un percorso per Milano città educativa” ha come obiettivo quello di promuovere momenti di informazione, confronto e approfondimento, rivolti sia alle famiglie che al mondo della scuola su varie tematiche legate all’educazione e all’istruzione.  In allegato il programma dell’iniziativa.

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilitÓ

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign