Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Archivio notizie

10/12/2015

Una Carta per l'accessibilità tecnologica

L'iniziativa è stata lanciata dal G3ict per chiedere ai governi di tutto il mondo di adottare leggi che favoriscano l'introduzione di tecnologie accessibili.

Il G3ict, Global Initiative for Inclusive Information and Communication Technologies, è un'iniziativa di patrocinio lanciata nel dicembre 2006 in collaborazione con il Segretariato per la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità al Dipartimento per gli affari economici e sociali (Desa) delle Nazioni Unite. La sua missione è di facilitare e sostenere l'attuazione delle disposizioni della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità rispetto all'accessibilità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e le tecnologie assistive.
In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità (3 dicembre 2015), il  G3ict ha diffuso un'importante documento in cui chiede a tutti i governi del mondo di acquistare solo tecnologie accesibili alle persone con disabilità.

L'Iniziativa globale per le tecnologie della comunicazione e dell'informazione inclusive (G3ict) - un'organizzazione per l'inclusione digitale e a difesa dei diritti umani lanciata nel 2006 su iniziativa delle Nazioni Unite - ha diffuso una carta globale che invita i governi di tutto il mondo a promuovere l'inclusione delle persone con disabilità. In che modo? Richiedendo ai propri fornitori di mettere a disposizione solo tecnologia accessibile.

G3ict ha celebrato la Giornata internazionale delle persone con disabilità con il lancio di questa carta. In collaborazione con un gruppo internazionale di leader sull'accessibilità, tra cui il Network australiano di rappresentanza dei consumatori nelle comunicazioni (ACCAN), il Consiglio Nazionale del Messico per lo sviluppo e l'inclusione di persone con disabilità (CONADIS), il Reale Istituto Nazionale dei Ciechi (RNIB), la Confederazione turca delle Organizzazioni di persone con disabilità, e diverse altre organizzazioni ed esperti leader sul tema dell’accessibilità.

I governi a tutti i livelli, locale, regionale, nazionale e internazionale, possono usare il loro notevole potere d’acquisto per influenzare il modo in cui il settore tecnologico progetta i suoi prodotti e servizi”, ha detto James Thurston, vice presidente per la strategia e lo sviluppo di G3ict. “Con questa Carta riconosciamo che i governi di tutto il mondo sono tra i maggiori clienti di tecnologia e chiediamo loro di usare questo potere nel richiedere prodotti ICT sempre più accessibili che supportino una maggiore inclusione digitale delle persone con disabilità. Siamo orgogliosi di lanciare questa Carta globale con partner di governo, della società civile, del mondo accademico e dell'industria. Invitiamo altri ad unirsi a questo movimento verso una tecnologia ancora più accessibile”.

La Carta del G3ict sugli appalti invita i governi a tutti i livelli e in tutto il mondo a promuovere l'inclusione digitale delle persone con disabilità e delle persone anziane attraverso l'adozione di politiche ICT per gli appalti pubblici che includano requisiti di  accessibilità. La Carta sottolinea i riconosciuti benefici a livello economico e per l'innovazione per i diritti umani di tali politiche in materia di appalti. Eppure l’analisi G3ict mostra come fino a oggi solo il 33% degli Stati aderenti alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità le abbiano emanate.
La Carta sottolinea anche che oggi ci sono gli strumenti, le norme e la formazione per sostenere l'attuazione di politiche efficaci in materia di ICT accessibili negli appalti pubblici.

“ACCAN saluta la pubblicazione della Carta e si congratula con il G3ict perché conduce questa iniziativa - ha dichiarato Teresa Corbin, CEO di ACCAN -. In Australia, abbiamo visto l'adozione dell’accessibilità come requisito desiderabile per i prodotti e i servizi offerti al governo. Saremo lieti che ciò divenga uno standard  australiano e internazionale”.
Jesus Toledano Landero, direttore generale del Consiglio nazionale messicano per lo sviluppo e l'inclusione delle persone con disabilità (CONADIS), ha aggiunto: “I requisiti di tecnologia accessibile per gli appalti pubblici sono in grado di creare molti effetti positivi, per le persone con disabilità, per la società e per l'economia. La tecnologia accessibile è cruciale nei programmi per promuovere l'inclusione”.

Steve Tyler, direttore dell’area Soluzioni Strategia e Accessibilità del RNIB ha affermato che “nel clima odierno non è più accettabile che, in particolare, i prodotti e i servizi basati sulla tecnologia siano inaccessibili. Accogliamo con favore e appoggiamo incondizionatamente la leadership del G3ict nell’orientare l’attenzione su questo tema. È ora più che mai l’occasione che le piattaforme tecnologiche  ospitino una serie di infrastrutture di supporto per l'accessibilità, strumenti e linee guida che siano in grado di fornire servizi realmente inclusivi per tutti”.

“Non solo sosteniamo questa importante Carta sviluppata dal G3ict ma oggi, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, annunciamo una campagna per promuovere la Carta negli appalti pubblici qui in Turchia”, ha aggiunto il presidente della Confederazione turca delle organizzazioni delle persone con disabilità, Turhan Icli.

Questa nuova Carta è parte di un'iniziativa G3ict in corso per promuovere l'uso degli appalti pubblici per promuovere i diritti umani delle persone con disabilità. Si basa su un principio di base di G3ict, cioè che il governo, la società civile e l'industria possano agire in modo collaborativo per promuovere la creazione rapida di politiche e norme che sostengano l'inclusione digitale delle persone con disabilità in materia di istruzione, nei luoghi di lavoro e nella società in generale. La società civile, comprese le organizzazioni che rappresentano le persone con disabilità, deve svolgere un ruolo importante in tutti gli sforzi globali per promuovere l'adozione diffusa di politiche di approvvigionamento di ICT inclusive e delle norme tecniche che le supportano.
 
Il testo della Carta globale può essere visualizzato sul sito web G3ict.

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa