Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

18/09/2014

Semplificazioni, importanti novitÓ in vista

Laura Abet, del Servizio Legale LEDHA, illustra le novitÓ introdotte dal decreto legge 24 giugno n.90. Tra le altre, snellimenti burocratici per i minori con disabilitÓ al compimento dei 18 anni.

Torniamo a settembre dopo le vacanze estive e importanti novitÓ ci attendono. Merito del lavoro svolto dalle associazioni a difesa dei diritti delle persone con disabilitÓ in tema di semplificazione amministrativa, che ha visto negli ultimi mesi un'attiva collaborazione da parte del legislatore con il decreto-legge 24 giugno, 2014 n. 90 convertito in Legge 11 agosto 2014, n.114 e il primo di molti che verranno messaggio INPS 8 agosto 2014 n. 6512.

L'INPS si Ŕ giÓ pronunciato rispetto alle importanti novitÓ per i minori con disabilitÓ che, al compimento dei 18 anni, potranno ottenere pi¨ facilmente pensione di inabilitÓ e assegno mensile. L'Inps, attraverso il messaggio n. 6512 dell'8 agosto 2014, ha infatti introdotto un rilevante cambiamento per la semplificazione delle procedure di accertamento del diritto alle prestazioni pensionistiche, connesse alla maggiore etÓ, per i soggetti minorenni giÓ disabili.
Stabilisce che i minori, giÓ titolari di una prestazione di disabilitÓ e che ritengano di possedere i requisiti per il diritto alle prestazioni economiche che richiedono il compimento della maggiore etÓ (pensione di inabilitÓ, assegno mensile), possano presentare domanda entro i sei mesi che precedono il compimento della maggior etÓ. In questi casi, le relative prestazioni saranno erogate in via provvisoria al compimento del diciottesimo anno di etÓ. Verranno concesse all'esito del successivo accertamento delle condizioni sanitarie e degli altri requisiti amministrativi previsti.

Purtroppo l'INPS non ha ancora emanato le ulteriori circolari collegate a tutte le altre importanti modifiche introdotte dalla Legge 114/2014, ma in attesa di pi¨ precise istruzioni da parte dell'INPS, provvediamo ad elencarle in via semplificativa.

- RivedibilitÓ e scadenza dei requisiti nei verbali di accertamento dell'invaliditÓ civile. Da oggi in poi i benefici di qualsiasi natura in attesa del nuovo accertamento dell'invaliditÓ civile non si perderanno pi¨, ma rimarranno fino all'emanazione del nuovo verbale.

-Rinnovo della patente. Se si Ŕ in presenza di una disabilitÓ stabilizzata che non necessita di modifiche delle prescrizioni in atto, i successivi rinnovi potranno essere effettuati senza passare dalla Commissione, come avviene per tutti gli altri cittadini.

- Certificati provvisori per i permessi e i congedi. Da oggi si potrÓ chiedere alla Commissione, al momento della visita, il rilascio di un certificato provvisorio valido per la fruizione di permessi e congedi.

- Il tempo massimo per la definizione del verbale di legge 104/1992 da parte della Commissione ASL Ŕ di 90 giorni.

- Le persone con disabilitÓ titolari di indennitÓ di accompagnamento, non verranno pi¨ sottoposte a nuova visita al compimento dei 18 anni, ma in automatico si vedranno concedere le provvidenze che spettano loro di diritto.

- Le persone con disabilitÓ titolari di indennitÓ di frequenza verranno sottoposte a visita al compimento dei 18 anni, ma in attesa della stessa, potranno ricevere, previa domanda, le provvidenze per invaliditÓ civile spettanti ai maggiorenni.

Il decreto semplificazione, inoltre, prevede altre indicazioni che potrete trovare espresse in modo molto approfondito sul sito www.handylex.org.

 

Servizio Legale LEDHA - Avv. Laura Abet

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa